EUPHORIC SPRING

La primavera è alle porte!

“Voglio fare con te ciò che la primavera fa con i ciliegi.”

Pablo Neruda

La primavera è alle porte!
Il passaggio dall’inverno alla primavera segna il momento in cui la luce ha la meglio sulle tenebre e le giornate cominciano ad allungarsi: la metà luminosa dell’anno prende il sopravvento sulla parte fredda e oscura, che caratterizza il periodo invernale.

Questo momento è anche considerato il momento della rinascita per antonomasia. La natura si risveglia: i fiori sbocciano nei prati, gli animali si svegliano dopo mesi di letargo. Si tratta della stagione dei colori e dei profumi per eccellenza, la stagione dell’energia quasi spasmodica, di chi per molto tempo ha indossato il pesante fardello invernale. Si tratta di un periodo transitorio, di passaggio, caratterizzato dal cambiamento.

Per gli esseri umani la primavera segna un nuovo inizio, la nascita e la rinascita, oltre che lo sbocciare di cose nuove. Tanto più l’inverno è stato lungo e avverso, tanto più la primavera sarà agognata.

Questa primavera rappresenta anche la primavera dell’anima, caratterizzata da un’euforia speciale, quasi adolescenziale, che trasuda desiderio di giochi e leggerezza.

Il design e la moda, a seguito del periodo di costrizione, hanno lavorato in questa direzione abbracciando uno stile indulgente e gioioso con motivi e colori audaci.

Nasce l’esigenza di energizzare la mente, il corpo e l’anima attraverso lo stile e la moda. In questa tendenza euforica, la gioia e l’ottimismo saranno abbracciati come necessari e persino radicali, in un contesto di sfida e costrizione. Il piacere e l’abbandono spensierato assumeranno un aspetto quasi ribelle: un inebriante mix di stile e affermazione.

La moda e il design celebreranno la creatività e la libertà che derivano dall’espressione digitale, ma offriranno anche una visione potenziata di temi naturali e fatti a mano, con un approccio vivace all’artigianato e al riciclaggio che invoca lo spirito provocatorio dei movimenti subculturali.

Tesori ridisegnati e riferimenti del passato saranno curati in mix contrastanti e talvolta irriverenti che promuovono anche un senso del lusso e della qualità estrema. Al suo livello più semplice, il colore sarà usato come strumento per dare energia alle basi, e al suo livello più esuberante, le ispirazioni psichedeliche offriranno una visione che altera la mente della realtà.

Nel 2022, i consumatori desidereranno ardentemente il rilascio attraverso l’evasione e l’esuberanza e cercheranno esperienze che lo consentano.

Si tratta quasi di una dopamine mania: d’obbligo tonalità vibranti e tinte vitaminiche che fanno bene agli occhi e all’umore!

icons' look

consumers' look

Lascia un commento