COME NASCE UNA COLLEZIONE?

Scopriamo insieme da dove derivano le macro tendenze della stagione A/I 21/22

“Se ti sei mai chiesto dove vengono creati i tuoi sogni, guardati attorno, vengono creati qui!”

Georges Méliès

A poche settimane dalla presentazione della collezione autunno/inverno 2021/2022, intitolata Touch #torneremoatoccarci, è giunto il momento di entrare nel merito per comprendere: come nasce una collazione? Quali sono i fattori che determinano un trend?

Ogni collezione nasce dalla ricerca, dallo studio e da una profonda conoscenza antropologica. Le collezioni ricalcano un bisogno, una necessità insita dell’essere umano di esprimere la propria personalità: a noi il compito di mettere in piedi delle ispirazioni che facciano sognare le nostre clienti.

Ogni trend, ogni ispirazione, nasce dalla contaminazione. In ogni ambito, si sa, la contaminazione apporta ricchezza: culturale, sociale, artistica…

I fattori scatenanti sono molteplici e nascono per le strade – nei luoghi in cui si svolge la vita quotidiana -, dalle quali vengono “captati”, interpretrati e studiati. In questo modo si costruisce un’idea di come il mondo evolverà nei prossimi anni.

Questi spunti, che nascono dai comportamenti umani, dalle esigenze del momento storico e dalle abitudini della popolazione mondiale, dopo essere messi in relazione tra loro e studiati da diverse tipologie di professionisti, diventano macro trend, o macro tendenze. Queste ultime, così come suggerisce il nome, analizzano uno scenario ampio che può estendersi fino a cinque anni e hanno un’impronta culturale e sociale. Si rinnovano, si modernizzano, ma non si estinguono finché hanno mercato e un pubblico che ci si immedesima.

La stagione autunno inverno 2021/2022 si è rivelata una stagione ricca di contenuti e colma di spunti ispirazionali: la sua particolarità è quella di essere una stagione di mezzo, dominata dunque da contrasti e opposizioni.

Principalmente questa dualità deriva dal momento storico che l’intera umanità si è trovata a vivere, la pandemia ha infatti generato negli esseri umani due sentimenti specifici.

  • Da un lato il lockdown ha forzato e, conseguentemente, abituato a vivere più a lungo la propria casa, che fino a quel momento era stata vissuta frettolosamente. In questo modo l’ambiente domestico ha cominciato ad essere l’intero scenario della quotidianità, si è cominciato a prestare maggiore attenzione alla cura di questo ambiente per renderlo sempre più accogliente e adatto alle esigenze di chi lo vive. È nata inoltre l’esigenza di prendersi cura di sé, in casa, attraverso una maggiore cura dell’alimentazione, dell’attività fisica e di tutte quelle azioni salutiste che nella vita pre-quarantena erano marginali a causa della mancanza di tempo.
  • Dall’altro ha preso piede un immenso desiderio di uscire di casa, di tornare ad una nuova normalità, di fare festa e tornare a viaggiare. Il desiderio di essere liberi, in ogni forma, si traduce anche in desiderio di esprimere la propria natura all’interno della società.

Da questi due sentimenti che hanno dominato gli esseri umani per un lungo periodo di tempo, sono nate delle tendenze moda dalle quali il Centro Degradé Conseil ha potuto articolare le tre ispirazioni, chiamate mood, su cui è basata la collezione autunno inverno 2021/2022.

icons' look

consumers' look

Lascia un commento